mercoledì 18 febbraio 2015

Recensione: Fangirl di Rainbow Rowell

Buongiorno a tutti! Eccoci con una nuova recensione sulla mia nuova crush letteraria!
Non mi aspettavo di appassionarmi così tanto e di adorare così tanto un libro e la sua autrice.

Titolo: Fangirl
Autore: Rainbow Rowell
Edito da: MacMillan
Pagine: 464
Consigliato: Sì!! Entrate anche voi nel fantastico mondo fangirlesco su Fangirl!  

 

Trama:

Cath and Wren are identical twins, and until recently they did absolutely everything together. Now they're off to university and Wren's decided she doesn't want to be one half of a pair any more - she wants to dance, meet boys, go to parties and let loose. It's not so easy for Cath. She's horribly shy and has always buried herself in the fan fiction she writes, where she always knows exactly what to say and can write a romance far more intense than anything she's experienced in real life.
Without Wren, Cath is completely on her own and totally outside her comfort zone. She's got a surly room-mate with a charming, always-around boyfriend, a fiction-writing professor who thinks fan fiction is the end of the civilized world, a handsome classmate who only wants to talk about words . . . And she can't stop worrying about her dad, who's loving and fragile and has never really been alone.
Now Cath has to decide whether she's ready to open her heart to new people and new experiences, and she's realizing that there's more to learn about love than she ever thought possible.

Recensione:


“We’re supposed to meet new people.” Wren repeated.

“I don’t need new people.”
Ok, sono caduta anche io nella trappola di Fangirl.
Perché questo libro è la perfezione.
La tentazione di inserire solamente questa gif 

per recensirlo è stata forte, ma è meglio che vi spieghi perchè mi è piaciuto così tanto.
Ti cattura dal primo momento in cui posi lo sguardo su quella copertina rosa shocking, morbidosa al tatto e leggermente gommosa, sui contenuti extra del libro, che in questo caso sono una piccola intervista alla scrittrice, qualche extra sui libri di Simon Snow e un disegno finale.
Non ho resistito nemmeno io. Quando mi è arrivato, sono riuscita a resistere poco meno di due giorni, e poi ho dovuto iniziare a leggerlo.
Avevo deciso di inframmezzarlo con letture in italiano, visto che è in inglese, e pensavo di leggerlo solo a mente fresca, cioè non la sera quando sono stanca, per riuscire a capirlo e apprezzarlo meglio.
Non ce l’ho fatta. Una volta iniziato, non sono più riuscita a posarlo.
Perché ecco finalmente una storia in cui la protagonista non è la bellona incapace di turno, ma una fangirl che scrive bellissime e molto apprezzate fanfiction sul suo fandom di Simon Snow (che ommioddio sembra così Harry Potter che è impossibile non affezionarsi anche a lui).
Che Fanart splendida!

Che mette le magliette comprate su Etsy  del suo fandom. Che ha la camera tappezzata di poster di Simon e Baz.
Insomma, Cath ci assomiglia. Ci assomiglia, o almeno mi assomiglia, anche nell’essere spaesata di fronte alle novità. Nel sentirsi tradita quando la sorella gemella le dice che non divideranno la camera nel dormitorio del college, anche se io non ho una sorella gemella. All’inizio e per una buona parte della storia, lo ammetto, Wren, la gemella, non mi è stata simpatica, anzi.
E finalmente, una protagonista che non si innamora all’istante del belloccio di turno, che non gli casca addosso mentre gira l’angolo correndo perché è in ritardo per la lezione. Che non gli dichiara il suo amore eterno dopo due secondi che lo conosce.
Che non ha una famiglia splendida ma neanche disastrata in modo irrecuperabile.
Insomma, è credibile. Potrebbe essere reale. Non è esageratamente romantico come non è esageratamente ironico o drammatico.
E’ perfetto nel raccontare la vita piuttosto normale di una ragazza piuttosto normale ma con una passione molto forte, che va al college e trova un ragazzo fantastico. Questo l’ho aggiunto io perché, diciamoci la verità, Levi è carinissimo.

E sapete bene che io non sono tipo da storie d’amore.
“A short story is supposed to be about something. But it’s like you always say, it’s about two people falling in love – what could be bigger than that?”
Eppure ho adorato l’intera storia. Non ci sono mai momenti melensi, non ci sono momenti di noia assoluta in cui ti viene voglia di saltare la pagina perché tanto non succede nulla di importante.
Posso anche dire che è scritto in maniera accattivante e non in maniera troppo difficile, dato che l’ho letto senza problemi, anche se non leggo moltissimo in lingua.
Il consiglio finale è quindi questo: leggetelo. Vi affezionerete ai personaggi, alle loro vicende. E anche alla copertina rosa shocking (perchè la mia edizione è quella rosa), che darà una nota di colore alle vostre librerie.

“There are other people on the Internet.  It’s awesome. You get all the benefits of “other people” without the body odor and the eye contact”

Voto:

 Il colpo di fulmine capita anche con i libri! 


Questa recensione partecipa alla reading challenge 2015 di Bookish advisor per la categoria: Un  libro con il titolo di una sola parola.


6 commenti:

  1. Bella recensione, mi hai fatto venire proprio voglia di leggerlo subito-immediatamente ^w^ Adoro le citazioni, sono cose che direi anche io ihihih xD Ho deciso, lo inserisco nella tbr di primavera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti piaccia la recensione, sono curiosa di sapere se ti piacerà!*_*

      Elimina
  2. Concordo su tutto. Fangirl è un libro adorabilissimo, e devo ancora trovare una persona a cui non sia piaciuto *^*

    RispondiElimina
  3. Mmm mi piacerebbe proprio avere tra le mani quella copertina morbidosa!! *-*

    Spero che lo traducano presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbero davvero tradurlo e portarlo in Italia!*_*

      Elimina