lunedì 7 dicembre 2015

Recensione: Acne, Asthma, And other signs you might be half dragon, di Rena Rocford


Genere: Contemporary Fantasy
Editore: Curiosity Quills Press
Data di uscita: November 23, 2015
Cover Artist: Amy Chitulescu
Lo trovate online: Amazon US | Amazon UK | Goodreads

Trama:


Allyson fights acne, not trolls. As an inhaler-carrying member of the asthma society, she just wants to meet the father who turned her mother into a paranoid, move-across-the-nation freak. Now she’s trying to fit in at yet another school, but for the first time in her life, she has a best friend, Beth. When Allyson accidentally spits fire at kidnappers in the mall, she realizes why her father isn’t in the picture: she’s half dragon. Her acne? Emerging scales. Her asthma? The side effects of her dragon's fire breath. Instead of freaking out, unflappable Beth reveals her own troll heritage and explains how things work with the supernatural creatures hiding within the modern world of smartphones and skyscrapers.

When trolls kidnap a unicorn, Beth gets blamed. Allyson is determined to prove Beth’s innocence and keep her friend off the unicorn chopping block. When they start looking for the kidnappers, they get a call from the last person they expect: Allyson’s father. He tries to warn them off, but he's been put under a spell by the kidnappers to keep the victims from escaping. Nothing short of death can stop him. Now Allyson must choose between killing the father she’s always dreamed of, or letting her best friend die for a crime she didn’t commit.

Recensione:



Quando la Curiosity quills mi ha presentato le nuove opere in uscita, ho adocchiato subito tre titoli particolari e originali. Uno è A swift kick in the asteroids, di cui potete leggere la recensione qui. Il secondo è questo, il terzo che leggerò a dicembre è Don’t eat the glowing bananas. 
Sì, se ve lo state chiedendo io adoro i libri con dei titoli strani, altrimenti non avrei mai letto qualcosa come Alieni coprofagi dallo spazio profondo.
Acne, Asthma (lo abbrevio per comodità) è un urban fantasy che ci presenta Allyson Takata, padre giapponese madre americana, affetta da uno dei casi più difficili di acne giovanile, tanto da spendere un sacco di soldi per fondotinta teatrali per cercare di mascherare il problema. Inoltre sua madre si trasferisce di continuo, quindi non ha amici, non conosce suo padre, e soffre di asma.
Finalmente nella scuola che frequenta è riuscita a farsi un’amica, Beth, che abita vicino a lei.
Ma quando le due amiche vengono assalite da dei ragazzi che sembrano rapitori al centro commerciale, Allyson, in preda alla paura e a quello che sembra un attacco di asma, sputa fuoco.
Letteralmente. Dalla bocca. Come un drago.

“I breathed fire like a freaking dragon.
Like a Dragon!
Fire!”
Non poteva mancare un piccolo Smaug

Ha però ancora qualche problema con la sua metà draghesca, infatti ogni volta che sputa fuoco poi vomita. Ehi, non deve essere facile!
In questo modo riesce a scappare e a salvarsi. Ma un sacco di domande iniziano a ronzarle in testa. Come ha fatto a sputare fuoco? Perché non si è bruciata? Perché la sua acne si è trasformata in scaglie? Come farà a mascherarle col fondotinta?
Ma ci pensa la sua amica mezza troll a informarla: lei è mezzo drago. Ce ne sono molti come loro, mezzi unicorni (detti monocorno) mezzi grifoni, ma pochissimi draghi.
Così quando un loro compagno di scuola sparisce e Beth essendo mezzo troll viene accusata, lei e Allyson partono per trovarlo e per scoprire il mistero dietro David, il padre mezzo drago della protagonista.
Scritto per un pubblico abbastanza giovanile, acne asma è interessante, scritto in modo semplice e con personaggi originali e divertenti.

“Puking in the dust, and that’s how I meet the hot guy?
I hate you, world.”

La trama a volte sembra vacillare un po’ e il finale non mi ha convinto del tutto, ecco perché il voto non è altissimo.
Tuttavia non si può dire che non sia una storia originale e piacevole da leggere.
Il livello di inglese non è molto difficile, era un po’ più complicato a swift kick in the asteroids, avendo un linguaggio da fantascienza.
Lo consiglio alle appassionate di urban fantasy e di draghi.

Voto:



L'autrice:


Like most mad scientists, Rena Rocford’s early works were largely met with scorn and mockery, but she bided her time. After all, what did her fellow kindergarteners know about literature? From that day forward, Rena kept her writing on the mythical back burner as she pursued more logical goals. Today, crayons. Tomorrow, the world. She moved on to essays and egg drops, followed by experiments in shady laboratories. She tried her hand at everything, learning from anyone who would teach her. She even moonlighted as a horseback riding instructor.
Admittedly, living as a muggle brought Rena some levels of success such as completing her master’s degree, but always the stories returned, calling her to the keyboard in the dark of night. Now, having built armies from words, Rena has set her sights on world domination, one book at a time.
From her secret base in the wine country, Rena has enlisted the help of her cats, her loyal dogs, and her family―who can be relied upon to hide the launch codes at a moment’s notice. You can find Rena at her blog, follow her on Twitter, or find her on Facebook.

Find Rena Rocford Online:
Website | Facebook | Twitter | Goodreads

4 commenti:

  1. Sembra davvero carinissimo e divertente.
    E ti capisco sul fascino dei titoli strani (della serie: prima o poi troverò il modo di avere questo perchè sul serio, WTF https://www.goodreads.com/book/show/2877780-the-jewish-japanese-sex-and-cook-book-and-how-to-raise-wolves?from_search=true )

    RispondiElimina
  2. Passo a commentare anche qua perchè il piccolo Smaug è irresostibile! *-* E per i titoli strani... come non capirti????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD Ho messo apposta il piccolo Smaug, troppo carino!

      Elimina